In caricamento...

News

“Essere sempre tra i primi e sapere, ecco ciò che conta”
Non solo news dal mondo Vittoria ma storie di branding, marketing e comunicazione online e offline.

brand-news.it - 2 giorni 17 ore fa

Le gare di comunicazione di aziende ed enti pubblici in corso e i nuovi incarichi

L'articolo Le gare di comunicazione di aziende ed enti pubblici in corso e i nuovi incarichi proviene da Brand News.

brand-news.it - 2 giorni 17 ore fa

Uno studio di Accenture conferma la crescente attenzione da parte delle persone sui temi di sostenibilità ambientale e sociale, tanto da indurli ad orientare i propri acquisti verso aziende  in linea con la propria etica personale. E contano anche i comportamenti dei leader aziendali Le aziende che costruiscono la propria identità basandosi su un sistema...

L'articolo Un consumatore su due smette di acquistare prodotti da aziende non in linea con la propria etica proviene da Brand News.

brand-news.it - 2 giorni 17 ore fa

Per quasi due mesi, i viaggiatori in transito nella stazione di Milano Centrale, nei pressi dei binari, si troveranno di fronte il primo temporary store di Pasta Armando. Inaugurazione il prossimo 24 aprile con la presenza dello chef Alessandro Borghese che in diretta autograferà le copie del suo ultimo libro “Cacio & Pepe” contenuto in...

L'articolo Pasta Armando apre temporary shop in Stazione Centrale a Milano proviene da Brand News.

brand-news.it - 2 giorni 20 ore fa

Partita anche in Italia, la campagna a tema Game of Thrones prevede tanti contenuti che invitano i fan a visitare Belfast e l’Irlanda del Nord

L'articolo Consumer data e alto artigianato animano la campagna di Tourism Ireland centrata su Game of Thrones proviene da Brand News.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa

Qui a Wired abbiamo pareri contrastanti su certi argomenti ed è bello confrontarsi e scoprire di pensarla diversamente. Per quello che mi riguarda, la prima puntata dell’ottava stagione di GOT, la prima delle sei perle che avrebbero dovuto essere ciascuna bella e lunga come un film fantasy riuscito, le sei ultime puntate, quelle che ci hanno fatto smaniare dall’attesa, che ci hanno fatto spendere ore e ore su internet per leggere le teorie degli altri, smontarle e compilarne di nostre e cercare di indovinare come sarebbe tutto partito, con quale inizio, gli sceneggiatori avrebbero cominciato a narrare la fine, ecco, la prima puntata è stata di una noia profonda. In altri termini: non è successo niente. Si è vista Daenerys arrivare a cavallo col suo cappottino bianco a Grande Inverno. Si è avvertito un certo scazzo tra lei e Sansa Stark, uno scazzo che tutti avevano preventivato e che si è concretizzato in qualche occhiata di superiorità dell’una e in qualche battuta scandita in tono un po’ freddino dell’altra.

Poi c’è stata la scena molto romance, che ha abbassato – diciamolo – Game of Thrones ai livelli di Twilight di Jon Snow e Daenerys che si baciano presso una cascata (lui: “è un posto freddo per la regina dei draghi“, lei: “allora scaldala“, wow, complimenti agli sceneggiatori!) mentre i due draghi fanno la parte dei voyeur. Finalmente si è cambiato lato del continente: Approdo del Re. Un po’ di cattiveria, mi sono detto, un po’ di quell’odio scandito dagli occhi gelidi della regina e da dialoghi in cui la brama di sangue si bilancia con la strategia politica. Invece niente. Le scene di Cersei ci hanno mostrato una regina più trattenuta del solito che cede più per sfizio che per passione al sempre tracotante Euron Greyjoy salvo, ad amplesso consumato, ammettere che quella tracotanza, quel fare insolente l’attizza.

Ci spostiamo a bordo delle navi di Euron che hanno attraccato presso la baia di Approdo del Re. Qualche freccia buca la notte per trafiggere i guerrieri che sono a bordo. Bene, finalmente un po’ di azione, penso, e invece anche questo momento in cui Yara viene liberata dal fratello Theon che ripara così alla propria codardia e comincia un cammino di risanamento morale, si consuma in modo a dir poco tiepido.
La serie tv che ha fatto del sesso, della violenza e dei dialoghi la sua forza, apre l’ottava stagione con poco sesso (suggerito quello di Cersei con Euron, mostrato ma per pochi secondi quello di Bronn con tre prostitute), pochissima azione e sostanzialmente apparecchiando la tavola con premesse che tutti ci aspettavamo già: la rivelazione di Samwell a Jon Snow sulla sua reale identità, la rivalità tra primedonne di Daenerys e Sansa, un Bran più imbambolato che mai sulla sua sedia a rotelle. Persino il ritrovo tra il Mastino e Arya appare trattenuto.

Sì, decisamente l’inverno è arrivato e ci ha resi tutti più freddi, ma in un modo che non avremmo desiderato. Speriamo che le prossime cinque puntate riscattino un inizio così opaco.

The post Game of Thrones 8, prima puntata inferiore alle aspettative appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa
Screenshot di una diretta live su YouTube che mostra il link all’articolo dell’Encyclopedia Britannica sull’attentato dell’11 settembre (fonte: YouTube)

Video dell’attacco alle Torri gemelle sotto un live dell’incendio della cattedrale di Notre Dame a Parigi. Durante il rogo divampato il 15 aprile, che ha distrutto il soffitto, la guglia centrale e messo a repentaglio la struttura della chiesa simbolo della capitale francese, su YouTube i filmati in diretta del monumento in fiamme sono stati associati dall’algoritmo a quelli dell’attentato dell’11 settembre 2001 a New York.

Il nuovo algoritmo, che YouTube sta testando per segnalare i video disinformativi, ha riconosciuto alcuni dei video dell’incendio a Notre Dame come live stream e successivamente ha iniziato a mostrare agli spettatori articoli legati all’attacco alle Torri Gemelle.

https://twitter.com/mcwm/status/1117847350880325632

La funzionalità per prevenire la disinformazione su YouTube è attiva dall’inizio del 2019, in una fase di test negli Stati Uniti e in Corea. In un primo momento è stata applicata bloccando i video riconosciuti come fake news dall’elenco di quelli suggeriti. Successivamente è stato implementato il consiglio di letture pertinenti al tema trattato nel video provenienti da fonti verificate.

Ma di fronte alle immagini di Notre Dame in fiamme, il filtro non ha funzionato. E l’algoritmo, non trovando riscontri affidabili online sulla veridicità del contenuto della diretta, ha pescato negli archivi di eventi simili, finendo per consigliare la lettura di articoli relativi all’attentato dell’11 settembre 2001 proveniente dal sito dell’Encyclopedia Britannica.

È probabile che l’algoritmo abbia confuso la forma della facciata della cattedrale con il profilo delle due torri di New York e che il fumo e le fiamme presenti nel video abbiano facilitato il collegamento agli episodi dell’11 settembre 2001.

Screenshot di una diretta live su YouTube che mostra il link all’articolo dell’Encyclopedia Britannica sull’attentato dell’11 settembre (fonte: YouTube)

YouTube, raggiunto da Buzz Feed News, ha dichiarato tramite un portavoce che “questi pannelli sono attivati ​​dall’algoritmo e i nostri sistemi a volte fanno un collegamento sbagliato”. Il portavoce ha aggiunto: “Stiamo disabilitando questi pannelli per i livestream relativi all’incendio”.

The post YouTube confonde l’incendio di Notre Dame con l’attentato alle Torri gemelle appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa

Un volo da ricordare il primo compiuto dallo Stratolaunch, l’aereo più grande del mondo che vanta misure extra-large: due fusoliere, sei motori e un’apertura alare di 117 metri (quasi il doppio di quella del Boeing 747) per un peso di 227 tonnellate. Dopo anni di lavoro e est, il gigante costruito dalla Scaled Composites, compagnia aerospaziale finanziata da Paul Allen, il co-fondatore di Microsoft con Bill Gates scomparso lo scorso 15 ottobre, è decollato dal Mojave Air & Space Port per sorvolare il deserto della California e tornare alla base dopo due ore e mezza di volo.

Ha raggiunto la velocità di 304 km/h salendo fino a 5.182 metri di altezza ed effettuato una serie di manovre per valutare le prestazioni dell’aereo, che finora aveva compiuto test più semplici e a velocità limitata. L’obiettivo dello Stratolaunch è di trasportare razzi e satelliti nella stratosfera (il secondo strato dei cinque che dividono l’atmosfera cui il nome del velivolo fa riferimento) per ridurre le spese rispetto alla messa in orbita dei satelliti tramite il lancio di un razzo. Per tale motivo il progetto è seguito da vicino dalla Nasa e dalle società spaziali private.

The post Il volo inaugurale dell’aereo più grande del mondo appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 23 ore fa

Sono giorni interessanti per essere un buco nero. Dalla scorsa settimana, con la prima foto in assoluto scattata a uno di questi oggetti, le animazioni, le teorie e, come spesso succede, i fake, abbondano.

Nel video che vi proponiamo oggi, c’è la ricostruzione a un palmo di naso di quello che avviene al loro interno: enormi moli di gas caldissimi che precipitano dentro una bocca gigantesca. Ottenuta, naturalmente, attraverso i dati delle ultime osservazioni.

(Credit video: Lia Medeiros, Chi-Kwan Chan, Feryal Özel, Dimitrios Psaltis)

The post L’animazione di un buco nero che divora gas incandescente appeared first on Wired.