In caricamento...

News

“Essere sempre tra i primi e sapere, ecco ciò che conta”
Non solo news dal mondo Vittoria ma storie di branding, marketing e comunicazione online e offline.

wired.it - 2 giorni 21 ore fa
 Getty Images)(foto: Getty Images)

Da dove può arrivare l’ispirazione? Da qualsiasi cosa evidentemente. Anche da un caffellatte. È quello che è successo a Howard Stone, docente di ingegneria meccanica e aerospaziale a Princeton, e al suo studente Nan Xue, che prendendo spunto dalla stratificazione del caffè nel latte caldo hanno realizzato una ricerca che potrebbe avere importanti ripercussioni sia nella comprensione di fenomeni oceanografici (come la stratificazione dell’acqua a differenti salinità e temperature) sia in ambito industriale per sviluppare sistemi di colata che riducano complessità e costi di produzione. Dalle pagine di Nature Communications i ricercatori spiegano dunque come siano proprio densità, temperatura e velocità di iniezione il segreto per una perfetta stratificazione.

Secondo gli autori della ricerca la formazione della struttura stratificata del caffellatte “è sorprendente”: infatti, dopo lo sversamento di un fluido nell’altro e la loro miscelazione, si passa da una condizione caotica iniziale a una disposizione a strati ben “organizzati e distinti”.

caffè-latte(Foto: SAMEER KHAN/FOTOBUDDY)

Dopo numerose preparazioni di caffellatte stratificati più o meno riusciti, Xue ha capito che solo rimanendo all’interno di determinati range di valori di temperatura e di velocità di versamento dei fluidi si poteva ottenere una struttura stratificata.

Per comprendere appieno la fisica sottostante al fenomeno e modellizzarla, i ricercatori hanno cominciato a effettuare esperimenti, sostituendo il caffè espresso con acqua calda colorata (il fluido meno denso) e il latte con acqua calda salata (il fluido più denso). Hanno poi osservato la dinamica dei fluidi durante lo sversamento e la miscelazione, catturando immagini del moto attraverso diodi luminosi e una tecnica chiamata particle image velocimetry. Infine, hanno realizzato modelli matematici per eseguire simulazioni numeriche da confrontare con i dati sperimentali.

Il team di scienziati ha quindi concluso che il fenomeno fisico alla base della stratificazione del caffellatte è la convezione a doppia diffusione, la stessa che si verifica negli oceani quando masse d’acqua a diversa salinità e temperatura si incontrano: in una miscela i liquidi più densi e più freddi tendono ad affondare, mentre quelli meno densi è più caldi tendono a galleggiare, formando un gradiente. Anche la velocità con cui un fluido viene versato nell’altro, però, influenza la formazione del gradiente perché influisce sullo scambio di calore tra i due durante il moto: se la velocità è troppo bassa la miscelazione sarà troppo uniforme, non consentendo la formazione degli strati.

Nonostante gli esperti sostengano siano necessarie ulteriori ricerche per caratterizzare meglio il modello prima di poterlo estendere a sistemi di fluidi più complessi, la comunità scientifica crede che questo lavoro avrà importanti ripercussioni in diversi settori. Per esempio potrebbe aiutare a spiegare meglio i flussi d’acqua dipendenti dal calore e dalla salinità negli oceani (un fenomeno che ha implicazioni chiave in climatologia ed ecologia), oppure potrebbe produrre innovazioni industriali in quei processi (molto diffusi) di miscelazione per iniezione di fluidi a densità diverse.

The post La fisica del caffellatte appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 21 ore fa

disney

 

L’accordo era già dato per certo da giorni ma l’ufficializzazione è arrivata solo in queste ore: la Walt Disney Company ha confermato l’acquisizione di 21st Century Fox, la divisione cinematografica e televisiva in precedenza in mano alla famiglia di Rupert Murdoch. L’acquisizione è valutata con un valore in azioni di 52,4 miliardi di dollari.

Come previsto nelle scorse settimane, dunque, Disney è entrata in possesso delle attività cinematografiche e televisive della Fox (ma non fisicamente degli studios di Los Angeles), assieme al suo catalogo di titoli e a properties come Avatar, Deadpool e i Simpson, oltre a marchi come Fx e National Geographic. Sotto l’egida della Marvel rientrano dunque anche i diritti di sfruttamento di fumetti prima detenuti da Fox, in particolare quelli degli X-Men. Nell’accordo rientrano anche i network internazionali di Fox, fra cui la partecipazione nella paneuropea Sky e nell’indiana Star. Disney ottiene anche un’importante quota della piattaforma di streaming Hulu e nella società di produzione televisiva internazionale Endemol Shine.

Dall’acquisizione resteranno invece esclusi altri core business di Fox che saranno scorporati in una nuova società che rimarrà sotto il controllo di Murdoch. Fra questi tutta la Fox Broadcasting con il suo canale americano e la rete di stazioni televisive in tutti gli Usa, Fox News, Fox Business, Fox Sports e il network sportivo Big Ten. A seguito dell’accordo, inoltre, è stato ufficializzato che Robert A Iger rimarrà ceo di Disney fino al 2021.

The post Disney si compra anche 21st Century Fox appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 21 ore fa

Dopo il primo enigmatico teaser diffuso nei mesi scorsi, ecco arrivare il primo trailer completo di Annihilation, conosciuto in italiano anche come Annientamento. Il film diretto dal regista di Ex Machina Alex Garland è tratto dal primo capitolo della trilogia fantascientifica scritta da Jeff VanderMeer e ha come protagonista principale Natalie Portman. Nel nuovo video di anticipazione si scoprono ulteriori dettagli sulla trama.

La cosiddetta Area X è una zona ormai isolata dal resto del continente, in cui la natura sembra essersi ripresa il comando degli eventi e strane mutazioni sono in atto. Le undici spedizioni organizzate per monitorarla sono tutte finite in tragedia, compresa quella a cui ha partecipato il marito del personaggio di Portman, interpretato da Oscar Isaac. Quest’ultima decide di partire per un’ulteriore missione per cercare di salvare l’uomo che ama. Accompagnata da altre tre donne, fra cui la psicologa a cui dà il volto Jennifer Jason Leight, dovrà affrontare le minacce di un mondo nuovo ma anche comprenderne il significato più profondo: “Non sta distruggendo tutto, sta creando qualcosa di nuovo“.

Nel cast del film anche Tessa Thompson, Gina Rodriguez e Cosmo Jarvis. La pellicola farà il suo debutto nelle sale americana dal 23 febbraio 2018.

The post Annihilation, il nuovo trailer del film con Natalie Portman appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa

Un’altra missione si è conclusa con successo per l’astronauta dell’Esa Paolo Nespoli, tornato dallo Spazio dopo 139 giorni spesi per a bordo della Stazione spaziale per la missione Vita dell’Agenzia spaziale italiana (Asi). Ancora una volta il lavoro di Nespoli ha riscosso interesse e, con Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti, è ormai per il grande pubblico uno dei volti dell’Italia che va nello Spazio.

Numerosi sono gli avvicendamenti sulla Iss e, brivido del ritorno a parte, sarebbe forse il caso di conoscere meglio chi sono gli attuali protagonisti delle missioni spaziali. Ecco quindi una veloce gallery tra Europa e resto del mondo; per andare nello Spazio ci vogliono alle spalle curriculum importanti e molti hanno realizzato quello che per molti resta un sogno dell’infanzia.

The post Tutti gli astronauti che dovresti conoscere (a parte Paolo Nespoli) appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa

Dopo l’anteprima giapponese, Nissan presenta ufficialmente oggi a Milano la versione italiana della nuova Leaf, il modello 100% elettrico della casa di Yokohama. Non è un semplice aggiormento, ma un’auto completamente riprogettat, in cui le nuove tecnologie a bordo si integreranno con le infrastrutture delle smart city, consentendo per esempio di utilizzare l’energia accumulata dall’auto per alimentare la casa.

La nuova Leaf avrà un’autonomia migliorata fino a 400 chilometri con una sola ricarica, il 40% in più del modello originale: abbastanza perché chi la usa per gli spostamenti quotidiani la debba attaccare alla corrente solo una volta a settimana.

The post La presentazione della nuova Nissan Leaf in diretta appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa
 Google)(Foto: Google)

Quando Google ha annunciato la nascita del suo assistente digitale Assistant, il software era quanto di più esclusivo si potesse immaginare, destinato solamente agli smartphone Google Pixel e allo smart speaker Google Home; col tempo la casa di Mountain View ha lavorato per espanderne la compatibilità rispetto al più alto numero possibile di gadget e alle versioni meno recenti del suo sistema operativo. Quel processo culmina oggi, con l’arrivo di Google Assistant sui tablet, ma soprattutto sugli smartphone dotati ancora del vetusto Android Lollipop.

Lollipop è una versione parecchio datata del sistema operativo della casa di Mountain View, ma è ancora molto popolare: lanciata a fine 2014, stando ai dati Google è ancora presente sul 26,3% dei dispositivi Android. Il fatto non sorprende (la politica di aggiornamento adottata dai costruttori che utilizzano Android è nota per non essere esattamente esemplare), ma finora ha condannato comunque una buona fetta di utenti a rimanere priva delle ultime novità di Google in fatto di ricerca predittiva e assistenza vocale. Certo, nel ragionamento va considerato che i linguaggi supportati sono ancora pochi (su tablet ad esempio la disponibilità è al momento riservata agli utenti anglofoni), ma volendo azzardare un calcolo teorico e aggiungendo al computo anche le tavolette, finora tagliate fuori dal programma, Google Assistant punta a diventare accessibile sul 79,8% dei gadget Android attivi sulla faccia del pianeta, praticamente 4 su 5 prodotti rispetto ai 2 miliardi dichiarati da Google a maggio.

The post Google Assistant arriva su tablet e Android Lollipop appeared first on Wired.

wired.it - 2 giorni 22 ore fa

Gli utenti Android con la fobia del volo da oggi possono dormire sonni tranquilli anche in aereo: in questi giorni sulla piattaforma Google è atterrata SkyGuru, app dedicata a chi non è particolarmente entusiasta all’idea di prendere un aereo, che su iOS ha già avuto modo di fare proseliti. SkyGuru non è un comune software per tracciare lo stato dei voli in partenza e in corso, ma un vero e proprio assistente pensato per chiunque tema turbolenze improvvise e si allarmi al minimo rumore imprevisto a bordo.

Innanzitutto l’app visualizza le previsioni metereologiche relative all’intera rotta di volo, complete di dettagli sulle turbolenze previste, su quando colpiranno nel corso del volo e per quanto a lungo: inoltre fa una stima del tempo di volo calcolando le correnti d’aria che favoriranno o ostacoleranno il percorso. Infine, grazie agli accelerometri e al microfono, fornisce spiegazioni sul comportamento del velivolo in ogni dato momento e su ciò che sta avvenendo in cabina, con tanto di rappresentazioni grafiche della posizione e dell’inclinazione dell’aereo in tempo reale.

 Taktik Labs)(Foto: Taktik Labs)

Una manna non solo per gli aerofobici, ma anche per chiunque sia incuriosito dai segreti che si celano dietro alle procedure di volo degli aerei di linea. Purtroppo l’app non è del tutto gratuita. Su Play Store è possibile scaricarla senza costi aggiuntivi, ma il set di funzionalità fornito in questa modalità è limitato: per avere a disposizione tutti i dettagli in tempo reale relativi al volo richiesto è possibile acquistare un singolo credito per 5,49 euro oppure carnet validi per 3 o 10 voli al prezzo rispettivamente di 12,99 o 22,99 euro.

The post SkyGuru arriva su Android per svelare i segreti dei voli di linea appeared first on Wired.

brand-news.it - 2 giorni 23 ore fa

Il portale di comparazione di mutui on line MutuiperlaCasa.com ha lanciato Casa Mutui, un progetto di Content Marketing curato da Optimized Group

L'articolo MutuiperlaCasa.com avvia un piano di content marketing con Optimized Group sembra essere il primo su Brand News.