Home con animazione

goal
oriented

Costruiamo progetti di comunicazione identificando strategie e concept innovativi. Mettiamo al centro le idee e portiamo la consulenza nel cuore dell’azienda. Scegliamo i giusti strumenti, creiamo i corretti contenuti e diffondiamo il messaggio.
Per noi la comunicazione è un processo, non un prodotto.

Read more

We worked
for


quarantena fai da te campagne google ads

La quarantena, il fai da te, il posizionamento online.

In questo momento difficile la soluzione è una soltanto. Stare a casa ma senza restare con le mani in mano. Tra i molti passatempi di questo periodo, alcuni molto fantasiosi, c’è un must: il fai da te. Per un hobbista, anche neofita, alcuni prodotti necessari ed indispensabili sono vernici, grassi, lubrificanti e colla. Per comodità questi prodotti vengono acquistati sempre più spesso nel formato spray ed ecco che in questo momento le aziende che producono questi beni hanno un boom di vendite dal comparto privato. Tra queste troviamo un nostro cliente che, grazie ad una strategia consolidata e presente ormai da più di un anno, ha tratto vantaggio da questo momento di difficoltà. Grazie ad una partnership con Amazon Europe, collaborazioni con Youtuber nel settore DIY ed automotive ed una forte presenza digital hanno consolidato quest’azienda come partner solido e costante.

Strumenti misurabili e scalabili

Soffermiamoci sullo strumento di promozione principe Google Ads.
Per chi non conoscesse lo strumento nel concreto consigliamo la lettura di questo articolo.
La strategia ha previsto la creazione di due campagne search distinte, la prima per promuovere l’azienda come struttura in grado di lavorare conto terzi, la seconda per incentivare la vendita di prodotti a marchio proprietario.

La campagna azienda

La prima campagna che chiameremo generale è stata costruita partendo da una serie di parole chiave che rimandano ai temi della capacità produttiva e aiutano a posizionare l’azienda per tutte quelle richieste di carattere B2B, possiamo pensare provengano dagli uffici acquisti delle aziende, interessate a cercare un fornitore, partner. Volumi di ricerca minimi, CPC elevati non sono un problema in quanto il costo opportunità è molto equilibrato per l’azienda, inoltre i costi sono sempre sotto controllo. Ovviamente si paga il click, non l’impression.

La campagna prodotti

La seconda campagna è dedicata ai prodotti e propone una strategia più articolata fatta di numerose parole chiave per ogni prodotto, segmenti di pubblico costruiti nel tempo e suggeriti dalla piattaforma, oltre che da una segmento di remarketing espanso. Queste scelte, unite ad altre accortezze quotidiane hanno portato il CPC medio della campagna prodotti da 0,29€ al 0,19€ attuale, volumi di impression costanti con una crescita proporzionale di click. Tutto questo significa conversioni e-commerce (in questo caso amazon) e fidelizzazione del bacino di utenza.

vittoria comunica campagna google quarantena

Alcuni numeri:
In circa 4 mesi con un investimento pubblicitario di circa 1,5K abbiamo ottenuto 8 mila click direttamente sul prodotto ricercato e pronto all’acquisto (Amazon Prime), 270 mila impression, CTR intorno al 15% su alcune parole chiave specifiche, CTR medio 3%.

campagne google ads in quarantena vittoria comunicagoogle ads quarantena vittoria comunica

 

Se vuoi approfondire questa breve case history e capire come sfruttare gli strumenti messi a disposizione dal web per la tua attività compila il form di contatto qui sottostante.


siamo uomini consumatori vittoria comunica

Siamo uomini o consumatori?

Oggi la comunicazione è narrazione sottile e non urlata. Per questo l’espressione consumatore non è più sufficiente per descrivere il target designato. Non è abbastanza rivolgere narrazioni “al consumatore della categoria di prodotti” ma bisogna parlare all’essere umano che sta dietro. Raccontare storie coinvolgenti è fondamentale ma non basta. Il racconto deve trasformarsi in acquisto di un prodotto da parte della persona che a quel punto diventa consumatore.
Detto in altre parole? Meno economia e più psicologia.
Dietro alle scelte delle persone sta il libero arbitrio che porta a compiere scelte piuttosto che altre, sulla base delle preferenze maturate attraverso la comunicazione, le relazioni, le esperienze ed i convincimenti radicati.

Per gli appassionati o meno del marketing capiamo in poche righe qual è la morfologia del nostro cervello.

Prendere decisioni è complesso. Le alternative sono molte e spesso di uguale rilevanza, poste in maniera pressante e sempre più veloce. Il cervello, ormai da consolidata e accettata teoria, è formato da 3 parti: quello corticale, quello limbico ed il più antico, quello rettiliano.
Il cervello corticale, il più recente, rappresenta la parte più esterna ed è fondamentale nei processi complicati come la memoria, la concentrazione, il pensiero, il linguaggio e la coscienza. Questa parte in altre parole soprassiede alle funzioni logico-razionali e deduttive del ragionamento umano. Se desiderate convincere una persona che la vostra auto è più veloce della sua e per farlo intendete usare la galleria del vento, prove dell’attrito (il coefficiente cx) o una prova su strada, state cercando di convincere la parte corticale del suo cervello.

Il cervello limbico o intermedio (cuore per alcuni) è situato in uno strato più profondo e protetto. Si è sviluppato in un momento intermedio dello sviluppo dell’homo sapiens e supporta svariate funzioni tra le quali l’emotività, comportamento, memoria a lungo termine, olfatto. Questa è la sede delle emozioni e degli affetti. Il sistema di interconnessioni contenuto all’interno del cervello limbico muove stimoli associati a reazioni di paura e ricompensa, implicati poi nelle reazioni emotive. Se cercate di convincere una persona che la vostra auto è migliore e intendete usare argomentazioni circa il legame al marchio e di come vi ricordi magari vostro nonno e le sfide che facevate con quell’auto, state convincendo la parte limbica del suo cervello.

Il cervello più profondo, più antico e più intimo è quello rettiliano. Esso governa sonno e veglia, istinti e riflessi, bisogni di riproduzione e altri piaceri elementari.
Se cercherete di vendere un’auto tramite un cartellone pubblicitario, utilizzando una bella donna appoggiata al cofano, state sicuramente stuzzicando il cervello rettiliano del vostro utente. Farà dire al vostro potenziale interlocutore “la voglio ora!”. Questo cervello è spesso quello più forte e la corretta comprensione è fondamentale per chi crea contenuti di comunicazione, siano essi di carattere pubblicitario o meno.
I tre cervelli sono in continuo scontro fra loro per la loro conformazione e storicità e così il decision making diventa sempre più difficile da schematizzare in maniera controllata e razionale. In questo modo capiamo quanto siamo uomini prima che consumatori razionali.


Realizzazione packaging e etichette prodotti

“la modernità si fonda sull’uso generalizzato delle scatole:
dal cibo agli elettrodomestici, dai pacchi postali alle merci, tutto, compresi i missili intercontinentali, viaggia attraverso il mondo dentro scatole, più o meno spesse, di cartone”.

Da tempo la scatola ha abbandonato il ruolo basico di “contenitore” ed è passata ad essere simbolo dell’unicità del prodotto, in alcuni casi, il prodotto stesso. É diventata un segno stilistico, capace di suscitare sensazioni di appartenenza.

Le soluzioni grafiche sono il risultato dello studio dei marchi dei competitor, del loro posizionamento e di una progettazione che metta al centro il cliente.


Realizzazione brand e visual identity

Se il tuo brand fosse una persona cosa faresti?
Sceglieresti attentamente il comportamento e gli abiti per non farlo sentire inadeguato.
Insieme confezioniamo un aspetto che lo distingua da ogni altro.

La visual identity rappresenta il punto di partenza per la comunicazione che ogni brand dovrebbe prendere in considerazione in fase di startup. Il nome, il logo, l’immagine coordinata e tutto ciò che può aiutare nel dare un messaggio univoco, sia a chi guarda dall’esterno sia a chi collabora dall’interno.

In generale la corporate visual identity esprime i valori, la tensione al consumatore, le caratteristiche peculiari del business e l’impegno sociale. Nella visual identity viene ricompresa la coerenza del contenuto, il tono del discorso e l’approccio al consumatore.

La percezione umana è talmente abituata a ragionare dividendo in brand gli spazi di acquisto disponibili che si configura obbligatoria una spinta verso questo modo di interpretare il proprio business. La visual identity non distrugge mai il passato, è in continuità con la storia dei fondatori e dell’attività stessa e usa un insieme di simboli facilmente richiamabili per fare presa sul cliente.


Gestione pagine social Brescia

Il tuo business è un ormeggio sicuro ma non vedi l’ora di ricominciare a viaggiare?
Il mondo dei social è una nave in movimento.
Insieme costruiremo la strategia e l’equipaggio.

Oggi i dialoghi, le scelte, gli acquisti passano dai social, i nuovi broadcaster capaci di distribuire notizie degli utenti singoli e dei brand, grandi o piccoli. La forza del successo non sta nell’ammontare dell’investimento ma in una profilazione ottimale rispetto al budget.

Le capacità numeriche dei social sono incomparabili ai media tradizionali. Solo un numero, un numero enorme. 1,6 miliardi sono gli utenti attivi ogni mese su Facebook.

Il contenuto da solo non basta più, la competitività ha alzato l’asticella della competenze e solo grandi capacità analitiche portano a risultati apprezzabili. Il team Vittoria Comunica propone una ricetta semplice: interpretazione dati e piani integrati di marketing. Lo sforzo andrà corredato da un contenuto personalizzato, unico e modellato al target individuato e all’azione congiunta delle campagne pay per click. L’interpretazione dei dati decreterà il passo strategico successivo.

I social media hanno portato l’informazione ad un balzo incredibile, hanno trasformato la comunicazione da monologo a dialogo. La tecnologia e l’uomo si sono avvicinati ancora di più perché ora parlano la stessa lingua e le possibilità di interazione sono aumentate esponenzialmente.
Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.
Noi siamo al timone e voi?


Realizzazione campagne Google Ads

Se ti muoiono anche i cactus, consolati, non tutti hanno il pollice verde!
Pensa ai clienti come a fiori da coltivare, investi in campagne pay per click per farli crescere e migliorare il ritorno in advertising (ROI).

Il successo pubblicitario del web è correlato alla capacità di raggiungere un bacino di utenti profilato e personalizzato. Oggi è permesso lanciare precise campagne verso ciascun target di riferimento. Una campagna può essere modellata sia sul web sia sui social e l’azione combinata fa parte di un piano di web marketing ben strutturato.

I vantaggi di questi strumenti sono la velocità di pubblicazione, la flessibilità di impiego rispetto alle diverse realtà ed il costante approvvigionamento di flusso di traffico verso il sito.

Gli obiettivi del reparto advertising di Vittoria Comunica sono aumentare il tasso di conversione, abbattere il CPC, migliorare il CTR delle singole campagne e realizzare un sistema di web analytics con reporting a scadenze fisse per rendere consapevole il cliente di ogni passo realizzato, per non considerare la vostra crescita una mera questione di numeri.


Pianificazione e acquisto spazi pubblicitari

Una, due, dieci, cento.
Quante visualizzazione devi ottenere per essere scelto da un cliente?
Immagina di rispecchiare i suoi veri interessi.
Vittoria Comunica taglia i costi pubblicitari tradizionali comprando spazio sui siti specializzati del tuo settore.

Essere al posto giusto nel momento giusto. Pianificando spazi pubblicitari ad hoc raggiungi direttamente chi è veramente interessato al tuo prodotto o servizio. Alla più tradizionale pubblicità offline si sono affiancati banner, pop-up, overlayer che introducono la misurabilità delle conversioni. Ogni campagna può essere misurata e analizzata prima di essere reimpostata con gli stessi parametri per poter ridurre lo spreco di risorse.

Oltre ai portali di settore troviamo AdSense la piattaforma di Google nella quale inserire il banner pubblicitario direttamente dove riceverà più impression (click sugli annunci) da parte dei consumatori. Gli strumenti di analytics messi a disposizione da Google consentono di estrapolare dati in maniera semplice per consentire di indirizzare in maniera certa gli sforzi aziendali.

Vittoria Comunica si prenderà cura di ideare la forma più corretta per veicolare i vostri messaggi comunicativi, coerentemente con gli obiettivi aziendali e con scadenze temporali tali da far crescere customer loyalty e brand awareness.


Comunicazione nel punto vendita (In store communication)

L’importanza della comunicazione nel punto vendita (in store communication)

“Secondo un’indagine, solo il 19% di chi fa una lista della spesa compra solo quei prodotti.
Il resto compra tantissime altre cose perché attirato dal prodotto, perché sente un irresistibile impulso.”

La capacità attrattiva dei punti vendita è ancora molto alta, anche con l’espansione a doppia cifra degli e-commerce. Il punto vendita è l’approdo sicuro del consumatore, dove può trovare un punto di contatto tra l’esperienza del negoziante e le sue necessità. Ogni prodotto ha una collocazione strategica all’interno dello store.

Gli strumenti che supportano la vendita instore sono chiamati P.O.P. (point of purchase) e comprendono le soluzioni pubblicitarie quali espositori, leaflet, insegne, vetrofanie. Sono veri e propri supporti che danno visibilità al brand e informano il consumatore di una novità, favorendo il cosiddetto acquisto d’impulso.

All’interno del team Vittoria Comunica convivono consulenti provenienti dal mondo dell’architettura a supporto di chi sforna le strategia comunicativa. La fusione delle due visioni consegna progetti integrati e uniti nel segno dell’advertising e del packaging, combinando emozioni e persuasione.


agenzia comunicazione campagna google ads

Google Ads uno strumento versatile.

È sempre meglio vendere a persone che vogliono ascoltare ciò che hai da dire. (Seth Godin)

La citazione dell’imprenditore statunitense racchiude il core business di Google Ads: mostrare a ogni utente dei messaggi pubblicitari che siano pertinenti non solo con le ricerche effettuate ma che siano anche coerenti anche con l’età, l’area geografica, lo stile di vita e il comportamento dell’utente.
Google Ads permette infatti di mostrare annunci mirati che possano interessare l’utente permettendo così a chi investe di ottimizzare il denaro speso e incrementare il proprio business.

Google Ads mette a disposizione differenti tipologie di campagne. Quali scegliere?

I diversi tipi di campagna determinano dove l’utente troverà gli annunci.
Parliamo di campagna search quando il tuo annuncio appare nella pagina dei risultati del motore di ricerca. Nel momento in cui la persona effettua una ricerca l’algoritmo di Google gli mostrerà un annuncio pertinente in base alle keywords impostate dall’advertiser. L’obiettivo di questo tipo di campagna è proprio quello di intercettare gli utenti che stanno cercando informazioni relative ai tuoi prodotti o servizi e a fare clic sui tuoi annunci.

Se la campagna search va incontro a uno user proattivo in cerca di informazioni, le campagne display vanno a stimolare il desiderio degli utenti. Questa modalità segue infatti una strategia di tipo “push” poiché l’annuncio cerca di attirare l’attenzione degli utenti con immagini e video accattivanti. Tale tipologia di annunci appare in siti che hanno uno spazio pubblicitario, anche in questo caso l’adv non verrà inserito in modo casuale ma il sito sarà coerente con le ricerche effettuate dall’utente e con il suo comportamento online (pagine visitate, prodotti visionati…).

agenzia comunicazione google ads search display

Le campagne di Google shopping sono invece ideali per chi ha un e-commerce. Gli annunci in questo caso verranno mostrati nella sezione Shopping di Google e conterranno un testo, l’immagine e il prezzo. Tali annunci descrivono agli utenti il prodotto che vendi ancora prima che questi possano farvi click, chi naviga in questa sezione si presume che abbia come obiettivo finale proprio l’acquisto. A determinare le modalità di pubblicazione in questo caso non saranno le Keywords ma i dati di prodotto.

Gli utenti oggi sono però sottoposti a un’enorme quantità di informazioni pubblicitarie tanto da creare un vero e proprio sovraffollamento, una campagna video può essere quindi un ottimo modo per attirare, intrattenere l’utente e distinguersi. Le campagne video consentono di mostrare annunci video indipendenti o di inserirli su YouTube e sulla Rete Display di Google. In questo tipo di campagne la qualità del contenuto è fondamentale per creare engagement e interesse da parte dell’utente.

Le campagne per app ti aiutano invece ad aumentare il numero di utenti della tua app. Quest’ultima verrà promossa nelle più grandi proprietà di Google tra cui: Ricerca, Google Play, YouTube, la Rete Display di Google e Google Discover.

agenzia comunicazione google ads shopping video

Google Ads offre quindi una molteplicità di strumenti e campagne.
Non è sufficiente pagare una campagna per pubblicizzare la tua attività in modo efficace, occorre infatti studiare un’attenta pianificazione di marketing che consideri gli obiettivi della tua azienda e di conseguenza ne sviluppi una strategia. Solo in questo modo, avvalendoti di professionisti certificati, potrai ottimizzare al meglio il denaro speso.